Ponteggi edili GBM: adatti ad ogni utilizzo. Anche fuori dal cantiere.

Dal neolitico alle piattaforme petrolifere: storia e usi (insoliti) del ponteggio edile.

Il ponteggio più antico del mondo?

Risale alla preistoria. E non serviva per costruire. Usato prevalentemente nell'edilizia, il ponteggio è in realtà utile a risolvere da sempre i problemi in diversi campi di applicazione.
Scopri come impiegarlo oggi per rendere la tua attività più semplice e redditizia.

In ogni dizionario o manuale d'ingegneria, il ponteggio è comunemente definito come "una struttura semipermanente utilizzata per il supporto di lavoratori e materiali nell'ambito delle costruzioni edili". Questo è stato indubbiamente vero per molto tempo, ma grazie alle nuove tecnologie e ai nuovi materiali, l'uso del ponteggio è oggi sempre più utile e richiesto in altre attività oltre all'edilizia.

Dagli "imbianchini" del neolitico alle piattaforme petrolifere: l'evoluzione del ponteggio.

Il ponteggio è vecchio quanto la civiltà umana: prove dell'utilizzo di tali strutture risalgono all'antichità. La più antica testimonianza scritta si trova su un vaso del "Pittore della Fonderia" (un decoratore di vasi dell'antica Grecia del V sec. a. C.) in cui vengono raffigurati degli artigiani su un'impalcatura di legno mentre lavorano al completamento di una statua.

Ma l'idea di ponteggio si sviluppa ancora prima, nella preistoria, ed il primo utilizzo di tale struttura non è relativo ad un uso edilizio bensì come supporto per la realizzazione di incisioni rupestri (nelle celebri grotte di Lascaux sono stati ritrovati segni lungo le pareti che testimoniano l'utilizzo di rudimentali impalcature per potersi spingere ad altezze altrimenti irraggiungibili).

Dopo millenni di strutture in legno, in epoca moderna la tecnologia metallurgica ha portato il ponteggio a diventare di metallo, in modo da essere di supporto per la realizzazione di costruzioni di maggiore complessità architettonica.

Inoltre la vasta accessoristica disponibile oggi rende possibile il suo impiego per una vasta serie di utilizzi oltre a quello classico nel campo dell'edilizia.

Come è fatto un ponteggio: gli elementi e i componenti

Gli elementi costitutivi di un ponteggio sono i seguenti:

  • Telaio, costituito da montanti collegati tra loro con traversi (correnti diagonali);
  • Stilate, ovvero la successione verticale dei telai;
  • Giunti, per connettere le stilate;
  • Basetta fissa e regolabile, posta alla base dei montanti per ripartire il carico gravante su di essi;
  • Tavole metalliche, che formano un impalcato su cui possano muoversi i lavoratori e/o venire appoggiati i materiali;
  • Tavole con botola per consentire l'accesso ai piani differenti, con relativa scala;
  • Parapetto, una serie di traversi disposti parallelamente al piano di calpestio per prevenire la caduta di chi opera sul ponteggio;
  • Fermapiede, un tavolato per evitare la caduta di materiali ad altezze sottostanti;
  • Cancelletto di sicurezza, per chiudere alle estremità la campata;
  • Teli;
  • Ancoraggi, per vincolare il ponteggio alla struttura muraria interessata.

Tipologie di ponteggio

Le tipologie di ponteggio più comunemente utilizzate sono le seguenti:

  • Ponteggio fisso a telai prefabbricati:
    Viene realizzato collegando più telai metallici di altezza e profondità standard sulle quali si fissano le basi ed i parapetti. È il ponteggio di più semplice impiego, grazie alla sua standardizzazione ed alla rapidità di montaggio e smontaggio, non necessita di particolari competenze per la manodopera a patto di seguire rigorosamente le metodologie di impiego fornite nella documentazione relativa, ovvero nel "libretto del ponteggio".

  • Ponteggio tubo-giunto:
    Ottenuto collegando tra di loro i tubi, e realizzando tale collegamento mediante un giunto. Si tratta di un ponteggio a geometria variabile e modulabile per poter raggiungere ogni estensione, altezza, e connettere i suoi componenti in ogni direzione ed angolatura sulle tre dimensioni spaziali: grazie a tale modularità permette l'adeguamento a ogni facciata o manufatto, semplificando o addirittura rendendo possibili interventi altrimenti ai limiti dell'impraticabilità. Tali vantaggi nella realizzazione necessitano ovviamente di manodopera specializzata e un tempo mediamente maggiore per il montaggio e lo smontaggio.

  • Ponteggio multidirezionale:
    Concettualmente simile al ponteggio tubo-giunto, si differenzia da esso perché prevede l'utilizzo di tubi con delle rosette saldate in modo da poter effettuare i collegamenti tra di essi. È un sistema adottato sempre più frequentemente perché coniuga l'adattabilità e la duttilità del sistema tubo-giunto con la rapidità e la pratica del sistema a telai prefabbricati. Queste sue caratteristiche lo pongono a metà strada tra le due tipologie precedenti di ponteggi e lo rendono la soluzione ottimale per ottenere i vantaggi dell'utilizzo di entrambi i sistemi. In aggiunta agli impieghi più intuitivi, un ulteriore e talvolta poco noto utilizzo del ponteggio multidirezionale è il suo impiego per la realizzazione di una torre di carico per snellire e semplificare notevolmente l'attività del cantiere.

In ogni caso di utilizzo di un sistema di ponteggio, per la natura stessa del lavoro effettuato su tali strutture è VITALE l'osservanza delle norme relative al singolo ponteggio (quali il libretto del ponteggio) unita all'osservanza delle vigenti norme di legge in materia di sicurezza sul lavoro.

Sei modi di usare il ponteggio fuori da un cantiere

GBM ti fornisce tutto l'occorrente per ogni tipo di ponteggio. Scopri come la tua attività può giovarne e quale ponteggio è il migliore per te.

Ecco sei modi di usare il ponteggio fuori da un cantiere. Se la tua attività rientra tra quelle elencate qui sotto, GBM è in grado di fornirti, per ogni singolo caso, la tipologia di ponteggio più adatta.

  1. Ponteggio per costruzione edilizia

    Il concetto “tradizionale” di ponteggio: generalmente prevede l'utilizzo di ponteggi fissi a telai prefabbricati perché particolarmente adatti a facciate lineari ed a utilizzi di cantiere.

  2. Ponteggio per interventi di ristrutturazione edilizia, tinteggiatura, isolamento di edifici e rimozioni di materiali pericolosi

    Affini ai ponteggi per le costruzioni, a seconda dell'edificio presso cui viene impiegato può prevedere sia l'utilizzo di ponteggi fissi per interventi standard senza particolari impedimenti, sia interventi con sistemi ibridi tra i ponteggi tradizionali ed i ponteggi multidirezionali o tubo-giunto per particolari necessità quali facciate di un edificio molto irregolari, o presenza di impedimenti o di passaggi da lasciare liberi, o situazioni simili.

  3. Ponteggi per manutenzioni di ponti, viadotti, dighe, strade, ferrovie

    A seconda delle dimensioni della struttura, solitamente si predilige un sistema di ponteggio multidirezionale o di ponteggio tubo-giunto in modo da poter montare strutture precise.

  4. Ponteggi per manutenzioni industriali: settore chimico, petrolifero, minerario e aeronavale

    A seconda del tipo di impianto industriale (chimico, petrolifero, minerario, aeronavale) su cui intervenire, i ponteggi a geometria variabile, ovvero quello multidirezionale e quello tubo-giunto consentono di effettuare in sicurezza e con la massima adattabilità alla situazione in loco i lavori di manutenzione necessari.

  5. Ponteggi per allestimenti pubblicitari e fieristici

    In particolare l'utilizzo del ponteggio multidirezionale è adatto per questo scopo, grazie alla linearità visiva delle aste ed alla varianza del loro posizionamento può fornire un'elegante ed immediata soluzione d'immagine.

  6. Strutture per lo spettacolo e manifestazioni pubbliche

    I tubi utilizzati nei sistemi di ponteggio tubo-giunto e ponteggio multidirezionale consentono la realizzazione di palchi e strutture modulari. Le dimensioni possono variare dall'utilizzo su superfici con metrature quadre ridotte ad eventi comportanti la presenza di migliaia di persone.**

Dopo aver letto questa panoramica sui ponteggi ed i loro utilizzi hai trovato una soluzione ai tuoi problemi, che magari non pensavi esistesse? O rappresenti un'impresa in cerca di chi ti possa fornire diversi generi di ponteggi, adatti a svariati impieghi? Oppure hai dei dubbi in merito, o desideri ulteriori informazioni sui nostri prodotti oltre a quelle visualizzabili online?

Contattaci: info@gbmitaly.com e ti daremo tutte le informazioni che ti servono!

Contattaci

**Ps. Per riscoprire le origini del ponteggio, un ulteriore uso sarebbe quello del suo impiego per la realizzazione di pitture rupestri. Ma il mercato della decorazione delle caverne ha subito un forte arresto negli ultimi millenni. Per questo abbiamo preferito non includerlo nella lista ufficiale.

Condividi su Twitter Condividi su Facebook Condividi su Google Plus

Ultimo aggiornamento:

Ultime news

Puntelli usati PERI, Doka e Hünnebeck: scopri come ridurre del 50% i costi del tuo cantiere con GBM.

PERI, Doka, Hünnebeck e GBM realizzano da decenni prodotti affidabili e di alta qualità. Ma conviene comprare puntelli usati o nuovi? Ecco come scegliere.

Puntelli zincati: "Non è tutto zinco quel che luccica."

Puntelli zincati: più lucidi sono, meglio sono? Non sempre. Giudicare la qualità del materiale edile in base all'estetica non sempre funziona. È meglio conoscere a fondo prodotti e applicazioni: ecco qualche regola per valutare correttamente un puntello.

Puntelli DIN EN 1065 GBM: costruiti secondo la più rigorosa normativa del mondo

I puntelli ad alta portata GBM sono certificati secondo la normativa DIN EN 1065 - uno tra gli standard più elevati nel settore. Scopri perché questa certificazione è fondamentale per l'uso sul cantiere.

Ponteggi edili GBM: adatti ad ogni utilizzo. Anche fuori dal cantiere.

Dal neolitico alle piattaforme petrolifere: storia e usi (insoliti) del ponteggio edile.

Noleggio puntelli: GBM introduce i puntelli ad alta portata "colorati"

Puntelli per edilizia: quando conviene comprare e quando noleggiarli? Ecco come scegliere.

Puntelli e ponteggi usati: scopri il servizio "all inclusive" di GBM

Ispezione, manutenzione, cernita, catalogazione, stoccaggio... Acquistare materiale edile usato può comportare problemi. Ma GBM sa come risolverli. Tutti quanti.

Contatti: info, prezzi e preventivi.

Vuoi maggiori informazioni sui prodotti GBM? Chiedici tutto!

 


E-mail: info@gbmitaly.com - Telefono: +39 030 9067005 - Whatsapp: +39 331 188 0953